INFO IMPORTANTI

Problemi di ingresso e turismo a Cipro Nord

DOCUMENTI DI INGRESSO:

Anche se Cipro Nord non è riconosciuta dalla Comunità Internazionale, siete comunque in Europa: per entrare a Cipronord (cosi come in Turchia) è sufficiente la carta di Identità, a patto di avere un voucher turistico di presentazione.
La CARTA DI IDENTITA' RINNOVATA CON TIMBRO POTREBBE DARE PROBLEMI.

DUBBI E RISCHI DI UN VIAGGIO A CIPRO NORD:

Analizziamo assieme la NORMATIVA UFFICIALE e le restrizioni tratte da viaggiaresicuri.it

"La Repubblica di Cipro è l'unica entità statuale riconosciuta. La cosiddetta “Repubblica turca di Cipro del Nord” non è invece riconosciuta dalla Comunità Internazionale, inclusa l'Italia, che pertanto non dispone sul posto di nessuna rappresentanza."

L'ambasciata Italiana a Cipro è a Cipro Sud ed ha competenza su tutta l'Isola. In caso di problemi è raccomandabile avere un referente locale, un contatto che possa darvi una mano (così come in qualsiasi altra parte del mondo).

"Di conseguenza qualsiasi problematica che coinvolga turisti italiani nella parte turco-cipriota subisce le limitazioni derivanti dal non riconoscimento e dalla conseguente impossibilità, per le Autorità italiane, di contatti ufficiali con le Autorità di fatto che controllano Cipro del Nord. A coloro che siano comunque intenzionati a recarsi in Cipro del Nord per turismo si consiglia di controllare adeguatamente i contratti conclusi con i rispettivi “Tour Operators” per verificare le condizioni di assistenza in caso di controversia con gli operatori turistici locali e/o di altre difficoltà nella parte nord dell’isola."

VERO: dovete PRETENDERE garanzia di assistenza in loco di quacuno che conosca bene il territorio e che sappia adeguatamente assistervi. Diffidate di società turche improvvisate (...ma anche italiane): solo tour operators di incoming di cipro nord.

"Si ricorda, inoltre, che l’acquisto o l’uso illegale (ivi inclusi soggiorni in strutture alberghiere ritenute illegittime) di immobili nella parte nord dell’isola, può dare luogo a responsabilità civile e penale."

VERO: se avete intenzione di ACQUISTARE proprietà in loco, evitate. Per le vacanze, invece, nessun problema.

"La normativa cipriota (art. 157 Codice Penale) qualifica come reato la compravendita, la promozione, l'uso, l'affitto e l'iscrizione di ipoteche su immobili di proprietà altrui, da determinarsi sulla base delle risultanze del Catasto (che, per la parte settentrionale dell'isola, si rifà ai dati del 1974, anno in cui le Autorità hanno perso il controllo di fatto dell’area): le pene previste possono arrivare a sette anni di reclusione. Non si registrano finora casi di incriminazione di turisti o di Tour Operators, ma le locali Autorità potrebbero in qualunque momento decidere di adottare linee di azione più rigide".

Dal 1974 ad oggi i casi sono rarissimi e legati alla non correttezza dei documenti di ingresso. Nessuno fra le persone che hanno viaggiato con noi.